Una magnifica escursione – Cala Sisine 2020

Una delle più belle escursioni in mtb in uno scenario unico della costa sarda!

Tutto questo è l’escursione a Cala Sisine.

Era prevista di farla in tarda primavera 2020, ma poi la pandemia ha fatto spostare l’escursione a fine estate. Non potevo annullare un’evento del genere per poi riproporla il prossimo anno, troppo ghiotta l’occasione di andare a rivedere panorami unici.

Detto fatto, alle 6:30 in punto ci siamo presentati in 10 ciclisti ai “nastri di partenza” dei tavolini della Gelateria Smeralda per gustarci il primo caffè di giornata, momento topico per l’inizio della salita fino alla prima tappa obbligata. Raggiunta la cittadina di Dorgali, dopo 19 km di salita vera, ci siamo fermati un attimo e ripartiti subito alla volta del punto più alto del giro: il valico di montagna del passo di “Genna Silana” (1017 metri s.l.m). Scollinati siamo ripartiti subito per la 2° tappa di giornata, il rifugio “Sa domu e’ s’orcu” in territorio di Urzulei, qui dopo una breve pausa per dissetarci con delle bibite fresche, abbiamo ripreso in discesa fino ad abbandonare la strada asfaltata dopo 49 km, ed imbucare la sterrata che ci porta all’arrivo di giornata.

Qui dobbiamo fare un paio di soste, sia per la difficoltà del terreno (stradelli e mulattiere in pietra calcarea) sia in discesa che in salita, ma anche per ammirare la maestosità del Golfo di Orosei, da sopra un balcone naturale qual’è la “Punta Margianis” (780 mt s.l.m.) in tutta la sua interezza.

D’ora in avanti sarà un susseguirsi di saliscendi in sterrato immersi nella fitta vegetazione contraddistinta da alberi di lecci, corbezzoli e ginepri, tipici della macchia mediterranea, che qui senza l’aiuto dell’uomo risulta essere più rigogliosa del solito; momenti di pura adrenalina in discesa a fatica estrema in salita, vengono alternati nella parte finale degli ultimi 5 km di discesa verso Cala Sisine: una vecchia mulattiera realizzata nel secolo scorso, dai vecchi carbonai ci conduce in punti “esposti” verso la spiaggia.

Arrivati qui tra lo stupore dei tanti bagnanti, abbiamo allestito un banchetto con tanto di maialetto arrosto e birre fresche, fateci pervenire per mezzo del nostro amico skipper Piero dell’Oltremare, ditta specializzata in escursioni nel golfo di Orosei…quindi professionalità e competenza al nostro servizio. Tant’è che da qui inizia una escursione dentro l’escursione: ossia la visita alle innumerevoli calette che contraddistinguono le falesie a picco sul mare, presenti nel Golfo di Orosei. I tuffi da sopra al gommone dentro la grotta azzurra si sprecano ed è stato come tornare bambini.

Alla fine alle 19:00 in punto abbiamo fatto rientro al molo di Orosei per riprendere le nostre bici e pedalare gli ultimi 3 km fino alle nostre case.

Questa è la scheda sintetica dei dati tecnici:

  • Totale distanza percorsa 73 km;
  • Tempo di pedalata effettiva 4h32′;
  • Tempo totale trascorso dalla partenza di Orosei fino alla spiaggia 7h10′;
  • Dislivello accumulato 1791 metri;
  • Velocità media di pedalata 16,1 kmh.
Planimetria del giro completo

Ora non mi resta che condividere con voi amici lettori le fantastiche immagini di giornata (qui foto e video).

Per finire, invito chiunque avesse intenzione di programmare una vacanza attiva dalle nostre parti, di contattarmi e vedrete che passerete una delle più belle giornate della vostra vita!!

A presto.

0 Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

WhatsApp chat