Resoconto Mtb Summer cup 2019

Ebbene si…ce l’abbiamo fatta!!

Anche quest’estate siamo riusciti a portare a termine questa indimenticabile stagione di ciclopedalate.

E’ stata dura perché con il caldo afoso dei mesi di Luglio, Agosto e tutto Settembre, i ragazzi hanno faticato le classiche “sette camicie”.

Quest’edizione è stata più difficile delle stagioni passate perché, ho studiato un piano di allenamenti che andava dal mese di Giugno, subito dopo l’escursione di fine corso invernale (qui i dettagli), fino tutto Agosto si pedalava 1 volta a settimana in esterna, ma poi c’erano gli allenamenti al bike park che testavano la tenuta atletica dei ragazzi; così ci siamo permessi nel mese di Settembre di andare a visitare quelle località che fino all’inizio dell’estate per i ragazzi erano dei traguardi irraggiungibili.

Basti pensare l’escursione nell’aosi di “Bidderosa” del 3 Settembre com’è stata affrontata: 23 km in poco meno di 2h20′ di pedalata, passando (a differenza delle altre volte) su terreno abbastanza accidentato e molto più tecnico. Ma questo era tutto già programmato dall’inizio, da quando ho comunicato il programma estivo ai ragazzi. Loro tra l’incredulo ed il fantasioso, immaginavano tanta difficoltà, ma mai avrebbero immaginato la bellezza ed il divertimento provato attraversando quei luoghi di inestimabile bellezza: pinete costiere, spiagge paradisiache, colline dell’entroterra aspre e aride che pullulavano solo di pietre calcaree. Ma in tutto questo la felicità negli occhi dei ragazzi nella seduta finale (Escursione ad Onifai) quando sono riusciti a scendere una scalinata con le rispettive biciclette dopo 20 km percorsi, allora hanno realizzato che il livello di allenamento fin qui acquisito era notevole.

Ma andiamo con ordine, ho suddiviso i ragazzi in due gruppi: uno composto da ragazzi già adolescenti, l’altro con i più piccolini. Però i più grandi facevano da chioccia ai più piccoli nell’escursioni di gruppo. Però per smorzare le fatiche ho ideato a fine Giugno una giornata da trascorrere in pineta per fargli fare ai ragazzi, diverse attività; tra queste c’era la prova della mtb su circuito in mezzo agli alberi con fondo sabbioso, la prova del parco avventura, ed infine la prova della corsa campestre abbinata alla bicicletta. Il tutto è stato poi condito con un bel bagno al mare nella pineta di “Su Barone”, a seguire un bel pranzo a base di cotoletta e patatine e gelato (qua trovate il resoconto).

Dopo ci siamo messi a “menare di brutto” con il gruppo dei più grandi davvero a macinare km su km ed a fare sul serio; tant’è che a fine serata risultavano abbastanza affaticati.

Gli altri invece che dire, sono delle trottole che viaggiano ad una velocità impressionante, senza avvertire (apparentemente) la fatica.

Così ho destinato tutto il mese di Settembre alle escursioni belle, ma quelle belle veramente dove i ragazzi si potevano cimentare nelle evoluzioni in bicicletta in posti previ di traffico, immersi nella natura incontaminata. Facendo queste escursioni:

Qui l’elenco dei ragazzi partecipanti con i rispettivi km e numero di lezioni, a dimostrazione della mole di lavoro svolto:

Gruppo dei piccoli

  • Cambone F.: 256,9 km percorsi in 23 lezioni;
  • Contu F.: 289,4 km percorsi in 24 lezioni;
  • Dessena E.: 323,7 km percorsi in 28 lezioni;
  • Dessena L.: 170,4 km percorsi in 16 lezioni;
  • Patteri L.: 183,3 km percorsi in 18 lezioni;
  • Rossato N.: 275,2 km percorsi in 25 lezioni;
  • Saba L.: 222,4 km percorsi in 15 lezioni;

Gruppo dei grandi

  • Mereu L.: 324,9 km percorsi in 12 lezioni;
  • Monne A.: 404,6 km percorsi in 27 lezioni;
  • Murru  G.: 660,2 km percorsi in 31 lezioni;
  • Patteri A.: 586,6 km percorsi in 31 lezioni;
  • Rossiello S.: 560,3 km percorsi in 30 lezioni;

Adesso non ci resta che riaffinare la tecnica con le lezioni al bike park, per tutto l’inverno/primavera, ma statene pur certi che le sorprese non mancheranno!!

0 Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

WhatsApp chat